PONYO SULLA SCOGLIERA
(Gake no ue no Ponyo - 2008)
(lungometraggio d'animazione)

Regia di: Hayao Miyazaki
Sceneggiatura di: Hayao Miyazaki
Storia di: Hayao Miyazaki

Prodotto da: Toshio Suzuki
Produzione: Studio Ghibli, Nihon Telebi, Dentsu, Hakuhodo DYMP, Dizunì, Mitsubishi Shouji, Toho
Animazioni: Studio Ghibli

Edizione Italiana: Lucky Red

USCITA ITALIANA: 20 Marzo 2009

Magari è un nome che molti non ricorderanno mai, che avranno sentito pronunciare una volta, per caso, senza collegare al momento nome e opere realizzate, ma davanti allo spettacolo delle sue animazioni, dei suoi colori, delle sue stupende storie tutti rimangono affascinati. Hayao Miyazaki, il maestro, ci regala un'altra sua opera, un'altro piccolo sguardo sull'immenso mondo che è la sua fantasia. Un altro piccolo tassello cui non si ha mai abbastanza, di cui ne vorremmo sempre di più.

La storia inizia in un piccolo villaggio in riva al mare, villaggio in cui vive il vivave Sosuke, un bambino di cinque anni la cui casa è posta sulla scogliera affacciata sul mare. Una mattina, giocando sulla spiaggia sotto casa il piccolo trova Ponyo, una pesciolina rossa con la testa incastrata in un barattolo di marmellata. Sosuke la salva e la mette in un secchio di plastica verde. Ponyo è affascianta dal mondo di Sosuke che vede per la prima volta, ma Fujimoto, padre di Ponyo, non è contento della permanenza sulla terra della piccola pesciolina e del suo desiderio di diventare umana. Due vite e due mondi opposti si scontreranno grazie ad una goccia di sangue e una grande avventura vedrà coinvolti i due piccoli protagonisti.

Ponyo rappresenta, per molti versi, un ritorno alle vecchie abitudini per Miyazaki. Dalla storia, che presenta protagonisti ancora più giovani delle ultime sue creazioni, alle animazioni, realizzate totalmente con disegni a mano libera e senza quelle piccole incursioni di computer grafica sperimentate nelle ultime pellicole. Un cambiamento fortemente voluto anche e soprattutto per il risultato finale. Una pellicola capace di sorprendere spettatori e addetti ai lavori e capace di farsi strada in un mondo ormai sempre più affollato di animazioni computerizzate che, a ragion veduta, non saranno mai capace di trasmettere il "calore" di cui le animazioni tradizionali sono capaci.

Le rotondità che contraddistinguono lo stile di Miyazaki sono accentuate ad indirizzo del pubblico cui la pellicola è rivolta. Non è stato risparmiato nemmeno un frame cui lo stesso disegno si sia fermato per più di un secondo. Ogni cosa è in movimento. Proprio dove i giovani tecnici dello Studio Ghibli hanno puntato molto, nella realizzazione in serie di quei piccoli elementi grafici non in primo piano e che, realizzati in CGI, avrebbero fatto risparmiare tempo e denaro alla produzione. Il Maestro ha lasciato sperimentare queste tecniche ("Il Castello Errante di Howl") ma è ovviamente tornato sui suoi passi (e tecniche) dimostrando con questo titolo le sue convinzioni. E a buon ragione.

Non sarà il migliore dei suoi titoli ma era atteso e, come sua buona abitudine, non ha certamente deluso. Ma un importante premessa va fatta: "Ponyo sulla Scogliera" va visto sotto l'ottica cui il suo realizzatore l'ha pensata, ovvero al pubblico cui maggiormente è indirizzato. Quel giovane pubblico che si appassionerà e diventerà parte di quel gruppo composto dai giovani protagonisti e dai suoi genitori, da un lato permissimi e dall'altro contrari ma sempre prepotentemente reali. Una visione consigliata alle famiglie, nessun componente escluso. Una visione consigliata agli adulti, quella dei visi dei loro accompagnatori più giovani davanti alle immagini di Miyazaki, visione che vale più del biglietto d'ingresso in sala.

Il film batte ogni record di incassi ai botteghini in Giappone degli ultimi anni e lo piazza subito dietro il campione d'incassi di ogni tempo, ovvero un'altra sua opera: "La Città Incantata" (2001), e lo lancia in testa ai numerosi festival in giro per tutto il mondo, compresa la Mostra del Cinema di Venezia, dove non riceve mensioni ma riesce nell'intento di far "canticchiare" a tutti il brano principale della pellicola.

"Ponyo on the Cliff by the Sea" è uscito in Giappone il 18 Luglio 2008 e arriva in Italia all'interno del catalogo Lucky Red nei cinema dal 20 Marzo 2009.







OPINIONE
NICK:

[ Nessun opinione presente! ]
SOCIAL
Scarica pagina in PDF
Stampa pagina
EXTRA
Regole sulla licenza dei testi

Paperblog
NOTIZIE CORRELATE
I grandi anime per le feste di Rai ..
Il miglior film di Hayao Miyazaki p..
Stupende e minimal cover dei Blu-ra..
IL PRIMO TRAILER DE IL CASTELLO NEL..
Ponyo sulla Scogliera in prima tv s..
The Borrower Arrietty, record in Gi..
Primi rumors sull'arrivo di Porco R..
Cartoon/Spot contro lo spreco dell'..
EVENTO DEL GIORNO

> London International Animation Festival


ADV
Marchi, titoli e screenshot appartengono ai rispettivi proprietari - testi e altro © www.animeita.net