ARTHUR 3 - LA GUERRA DEI DUE MONDI
(Arthur et la guerre des deux mondes - 2010)
(lungometraggio d'animazione e azione dal vivo)

Regia di: Luc Besson
Sceneggiatura di: Luc Besson, Céline Garcia
Tratto da un libro di: Luc Besson, Céline Garcia

Prodotto da: Luc Besson, Emmanuel Prévost
Produzione: Europa Corp., Avalanche Productions, Apipoulaï
Animazioni: BUF Compagnie

Edizione Italiana: MovieMax

USCITA ITALIANA: 23 DICEMBRE 2011

Il titolo che conclude le avventure del giovane Arthur e dei suoi amici Minimei, nati dalla fantasia del regista e produttore Luc Besson, arriva con un anno di ritardo nei cinema italiani. Una lunga produzione che miscela animazione e riprese dal vivo tutte realizzate all'interno dei confini francesi.

Quest'ultimo capitolo intitolato "La guerra dei due mondi", conclude le vicende lasciate in sospeso nell'ultimo "La vendetta di Maltazard", in cui il giovane Arthur, ridotto alle misure di 2 millimetri, libera la principessa Selenia, sua innamorata, dalle grinfie del cattivo in questione. Ma l'obbiettivo di quest'ultimo non era certo tenere in scacco i Minimei, bensì entrare nella stanza in cui è contenuto il dispositivo per rimpicciolire/ingrandire che collega i due mondi umano/minimei. Arrivato nel mondo reale, dall'alto dei suoi due metri, potrà così mettere a punto il suo piano per conquistare il mondo.

Il terzo capitolo cinematografico delle storie per ragazzi scritte da Besson in persona arriva finalmente al termine. La storia, tratta dal quarto libro, segue le vicende della seconda avventura, ognuna pubblicata su due libri. I primi due sono stati accorpati nel primo film ("Arthur e il popolo dei Minimei"), mentre per gli ultimi due si è optato per un film per libro. Scelta, quest'ultima, che non sembra essere stata azzeccata appieno. Tra l'altro il lungo periodo intercorso tra i due film per il mercato italiano è stato certamente deleterio per gli incassi.

Besson allunga un po il brodo per questi due titoli per cercare maggiori incassi e allungare il franchise nato con i libri. Ma mentre le riprese delle scene con gli attori in carne ed ossa sono state effettuate in un unica sessione, si è lavorato sulla post-produzione, sugli effetti speciali e sulle animazioni in tempi differenti per poter portare i due titoli nei cinema (francesi) a circa dieci mesi di distanza l'uno dall'altro (due anni per il nostro mercato). Ma proprio queste ultime fasi sono state, a detta del regista, quelle più lunghe e tediose tanto da decidere di realizzare altri progetti collaterali per staccare un po la spina.

Ma concentrandoci su quest'ultimo capitolo, il lavoro svolto dal suo team non sembra essere a livello delle produzioni del regista. Tralasciando le performance degli attori, mai incisive ma anche troppo brevi per poterlo essere, eccezione magari per l'attore che ha interpretato il cattivo Maltazard, le scenografie della piccola cittadina sono a dir poco pessime. L'ambientazione in stile anni 50-60 risulta fin troppo finta, quasi di plastica, mentre per quanto riguarda la qualità delle animazioni, queste potevano andar bene per il primo capitolo, presentato ormai cinque anni fa, ma non regge certamente i confronti delle produzioni di oggi. Un elemento di non poco conto.

In conclusione il film farà sicuramente felici i più piccoli, magari con una nuova visione del penultimo per rinfrescare la memoria. Perso l'appeal del primo, che già non aveva brillato ma che almeno aveva saputo dare lustro alle storie scritte da Besson, questi ultimi due capitoli potevano facilmente essere riassunti in un unico titolo. Le poche gags (legate principalmente ai genitori del piccolo e alle invenzioni di Betamesh) infatti sembrano ripetersi, così come le mirabolanti azioni compiute dal protagonista e da Selenia, atte a promuovere le visioni 3D, la cui differenza sta principalmente nelle location, il giardino nel primo e nel secondo capitolo e la casa e la cittadina in quest'ultimo. Un esperienza che il regista sicuramente non ripeterà in tempi brevi.





SOCIAL
NOTIZIE CORRELATE
Primo trailer per la serie di Arthur e i Minimei
Nuove date per Gnomi, Minimei e Gatti parlanti
ADV
EXTRA
Regole sulla licenza dei testi
Animation Italy
Dot Animation Magazine
Crediti - Contatti - RSS - Privacy
SOCIAL: Twitter - Flipboard - Facebook
Marchi, titoli e immagini appartengono ai rispettivi proprietari
Testi e altro © 2004 - 2019 Dot Animation Magazine
www.animeita.net | www.animationworld.net