GHOST IN THE - SHELL SAC 2045
(Kokaku kidotai SAC_2045 - 2020)
(serie d'animazione)

Regia di: Shinji Aramaki, Kenji Kamiyama
Opera originale di: Masamune Shirow
Sceneggiatura di: Dai Sato, Daisuke Daito, Harumi Doki, Kenji Kamiyama, Kurasumi Sunayama, Ryou Higaki

Produzione: Production I.G, Sola Digital Arts
Animazioni: Production I.G, Sola Digital Arts, Studio Rockets
Edizione Italiana: Netflix
Episodi: 24 da 24' - 2 stagioni

USCITA ITALIANA: 23 APRILE 2020

Production I.G e Sola Digital ritornano nel mondo futuristico creato da Masamune Shirow e, in particolare, nella serie di storie della "Stand Alone Complex" con i loro principali protagonisti alle prese con un nuovo e temibile pericolo informatico.

Ambientato nell'anno 2045, in un mondo in cui molte economie mondiali sono al tracollo, in perenne "guerre sostenibili", il maggiore Motoko Kusanagi, Batou e altri membri della Sezione 9 del Dipartimento di Pubblica Sicurezza sono impiegati come mercenari grazie alle loro abilità cibernetiche. Un giorno a richiamare tutta la squadra in Giappone è il loro ex capo Aramaki, dopo la scoperta di pericolosi post-umani, uomini dotati di straordinarie capacità che compiono azioni omicide atte a destabilizzare il governo e l'economia. Motoko e i suoi dovranno investigare e risalire agli autori di queste azioni.

L'accoppiata Aramaki - Kamiyama insieme a Production I.G sono simbolo di qualità, così come quando si nomina Shirow e Ghost in the Shell si pensa subito ad intriganti storie di fantascienza, azione e thriller. Ma se di mezzo ci si mette la scelta di utilizzare animazioni in computer grafica 3D forse il prodotto finale non è così scontato come potrebbe sembrare. Certamente questa nuova serie, figlia di un filone di storie già rodato e molto interessante, presenta un incipit capace di attirare vecchi e nuovi fans del genere, e l'attenzione da subito di Netflix che se n'è aggiudicato per primo i diritti per la distribuzione in tutto il mondo. Elementi che hanno fatto crescere la curiosità e l'attesa.

La storia che ci riporta nel futuro immaginato dal mangaka Shirow, presenta un nuovo e pericoloso nemico dalle capacità anche superiori, intellettive e motorie, a quelle dei corpi migliorati degli agenti della Sezione 9. Una storia disposta su 12 episodi in cui si alternano momenti di intensa azione ad altri più calmi, disposti però in modo poco equo, con pochi momenti veramente coinvolgenti e un calando fino alla fine della prima stagione, nell'attesa dei secondi 12 che completeranno la storia. Una scrittura che poteva essere congeniata in maniera sicuramente migliore ma il cui giudizio finale arriverà solo al termine della stessa.

I due registi sono molto a loro agio con il genere trattato, e lo dimostrano con le ottime scene d'azione a cui si assiste, ma l'intera produzione è criticata per lo più per la sua realizzazione. La qualità dei modelli non è male ma è discutibile la scelta di non utilizzare filtri e, al contrario, texture molto pulite con un effetto finale molto plastico. Ma a deludere più di ogni altra cosa sono le animazioni dei modelli, molto poco fluide e con i volti praticamente privi di espressione. Quelli femminili poi sono molto forzati. Il motion capture realizzato da Sola Digital Arts è privo di una buona direzione in tema di recitazione ma l'espressività tipica della cultura giapponese è anche parte della colpa.






CONDIVIDI
NOTIZIE CORRELATE

EVENTO DEL GIORNO
Annie Awards

(Tutti gli eventi..)
ADV
EXTRA
Regole sulla licenza dei testi
Animation Italy
Dot Animation Magazine
Crediti - Contatti - RSS - Privacy
SOCIAL: Twitter - Flipboard - Facebook
Marchi, titoli e immagini appartengono ai rispettivi proprietari
Testi e altro © 2004 - 2021 Dot Animation Magazine
www.animeita.net | www.animationworld.net