LUPIN THE THIRD - LA DONNA CHIAMATA FUJIKO MINE

(Lupin the Third - Mine Fujiko to iu onna - 2012)
(serie d'animazione)

Regia di: Sayo Yamamoto
Scritto da: Dai Sato, Itsuko Miyoshi, Junji Nishimura, Mari Okada, Shinsuke Onishi
Composizione serie di: Mari Okada
Storia originale di: Monkey Punch

Prodotto da: Naoki Iwasa, Toshio Nakatani, Yu Kiyozono
Produzione: Nippon Television Network, TMS Entertainment
Animazioni: Po10tial, TMS Entertainment
Edizione Italiana: Mediaset
Episodi: 13 da 24' - 1 stagione

USCITA ITALIANA: 26 MAGGIO 2014

Uno spin-off della celebre serie di Lupin III di Monkey Punch vede al centro delle storie l'enigmatico quanto intrigante personaggio femminile legato al noto ladro gentiluomo, per la prima volta anche diretto e composto da due donne.

Con questa produzione si fa un passo indietro fino alle prime apparizioni e azioni della giovane Fujiko Mine. Un occasione molto interessante sia per vedere i suoi primi colpi ma anche per mostrare una nuova prospettiva alle storie che vedono protagonisti anche Arsenio Lupin III e i suoi amici Daisuke Jigen e Goemon Ishikawa ben prima che questi formassero il trio conosciuto ai fans di tutto il mondo. Un viaggio nelle origini dei singoli personaggi e dei loro legami che, da queste storie, sembrano essere anche frutto dell'incontro/scontro con l'affascinate Fujico. Al gruppo non mancherà l'omnipresente ispettore Zenigata, da sempre sulle tracce del ladro, insieme a nuovi ed eccentrici personaggi collaterali.

Un progetto molto interessante, realizzato con un importante tocco femminile, iniziando dalla presenza dell'autrice Mari Okada e dalla regista Sayo Yamamoto. La presenza, già importante, del personaggio femminile all'interno del gruppo capitanato dal ladro gentiluomo, in questa serie assume caratteristiche più profonde, senza alterare comunque la sua personalità, la sicurezza e i modi che i fans hanno imparato a conoscere nelle storie della serie originale e nei film. Similitudini che ritroviamo anche nella scrittura e struttura dei singoli episodi, con un obbiettivo, di solito qualcosa da rubare, al centro di ognuno di essi e piccoli elementi che legano tutti gli episodi insieme in una grande storia. Una serie divisa anche in due parti, con gli ultimi episodi incentrati sulle origini della protagonista.

Ma, anche se diretto da mano femminile, è innegabile che il corpo nudo della protagonista sia sempre al centro di qualunque storia e usato come arma, come il personaggio farà anche in seguito, elemento sottolineato a partire dalla sigla. La serie infatti è diretta principalmente ad un pubblico adulto e non delude i fans del personaggio, senza lasciare sottinteso alcun modo in cui la protagonista fa uso volontario delle sue curve, spesso o quasi esclusivamente per fini molto poco nobili. L'immagine che ne viene fuori è comunque quella di un personaggio trasformista e sfuggente che già conosciamo, ma anche molto capace e sicura di se: una vera e propria rivale del più celebre Lupin III, che, differente da lui, preferisce spesso stare lontano dalle luci della ribalta.

Gli autori scelgono anche di impostare l'aspetto visivo molto più fedele ai disegni originali di Monkey Punch, con un tratto scuro, spesso volutamente impreciso, ombreggiature marcate e tonalità nette. Una scelta molto interessante che avvicina il mondo anime a quello manga. Ma tonalità e colori vogliono anche omaggiare l'immaginario di metà secolo scorso che ritroviamo anche nella cinematografica orientale di quegli anni. Anche se le animazioni sono a tratti poco fluide, l'effetto finale è comunque molto buono e l'opinione finale non può essere più che positiva. Un must per gli appassionati ma anche per chi non conosce i singoli personaggi, così da essere introdotto in questo mondo partendo dai loro primi incontri/scontri.




CONDIVIDI
NOTIZIE CORRELATE

EVENTO DEL GIORNO
Randy Newman

(Tutti gli eventi..)
ADV
EXTRA
Regole sulla licenza dei testi
Animation Italy
Dot Animation Magazine
Crediti - Contatti - RSS - Privacy
SOCIAL: Twitter - Flipboard - Facebook
Marchi, titoli e immagini appartengono ai rispettivi proprietari
Testi e altro © 2004 - 2022 Dot Animation Magazine
www.animeita.net | www.animationworld.net