PACIFIC RIM - LA ZONA OSCURA
(Pacific Rim: The Black - 2021)
(serie d'animazione)

Regia di: Hiroyuki Hayashi, Jae-hong Kim
Scritta da: Greg Johnson, Craig Kyle, Paul Giacoppo, Nicole Dubuc

Prodotto da: Jack Liang, Bill E. Miller, Ken Duer
Produzione: Legendary Television, Polygon Pictures
Animazioni: Polygon Pictures
Edizione Italiana: Netflix
Episodi: 7 da 24' - 1 stagione

USCITA ITALIANA: 4 MARZO 2021

Gli studios Legendary seguono la strada di altri grandi brand cercando di sfruttare i propri franchise mettendo in cantiere produzioni animate che ne espandano le storie e ne tengano alta l'attenzione. Il progetto Pacific Rim, nato dalla mente di Guillermo Del Toro ha tutto il potenziale per attirare nuovi giovani fans.

Ambientata sempre nello stesso futuro distopico in cui una breccia con un altro mondo porta sulla terra degli enormi Kaiju, dei mostri che cercano di distruggere ogni cosa, l'umanitÓ risponde con dei robot della stessa grandezza, gli Jaegers, pilotati da due due persone che connettono insieme i propri cervelli. Ambientata in Australia, la serie ha come protagonisti i fratelli Taylor e Hayley Travis, lasciati indietro dai loro genitori partiti per combattere i mostri senza pi¨ tornare. Cinque anni dopo i due si imbattono in un robot di formazione, senza armi, e da quel momento si trovano a fuggire da mostri ma anche da predoni e persone senza scrupoli.

La prima parte della storia narrata nei primi episodi cerca di descrivere la vita in un continente anni dopo aver subito gli attacchi dei Kaiju, con piccole comunitÓ lontano dalle metropoli e con una vita isolata per paura di altri attacchi. Ambientato a metÓ tra gli eventi narrati nei due film, il problema Ŕ tutt'altro che concluso ma ci sono altre cose nascoste nel mondo, che siano Jeagers o esperimenti segreti, di cui poco si sa e che potrebbero aiutare la battaglia. Gli autori della serie cercano di espandere proprio questi aspetti, mostrando da un lato dei classici scontri tra robot e mostri e dall'altro le evoluzioni della storia con contaminazioni tra le due parti ed esperimenti segreti. Chiavi di lettura che cercano di tenere alta l'attenzione degli spettatori.

Con una lunghezza media tra le produzioni degli ultimi anni, la serie cerca di semplificare la storia senza perdersi per strada, concentrando la narrazione a pochi eventi principali e lasciando spazio per ulteriori sviluppi, cui si attende una conclusione o almeno risoluzione dei quesiti aperti nei primi episodi entro le due stagioni giÓ programmate.
L'aspetto grafico prodotto dagli studios di Tokyo Ŕ gradevole e analogo a quello delle loro ultime produzione, con elementi in computer grafica 3D pesantemente filtrate. Le animazioni sono sufficienti, a tratti troppo macchinose e poco naturali per dei movimenti umani, mentre quelle dei mostri e dei robot non subiscono tale sorte. La cosa che salta sempre all'occhio sono comunque le espressioni facciali, poco incisive. Un problema che accomuna molte produzioni 3D asiatiche. Le scene, infine, non hanno mai un alto numero di elementi o personaggi in movimento nello stesso momento, cosa che aiuta il lavoro degli studios ma rende forse troppo vuote alcuni momenti della storia.

La storia Ŕ ben lontana da un completo sviluppo, per cui per una valutazione complessiva attendiamo la seconda parte della storia.





CONDIVIDI
NOTIZIE CORRELATE

ADV
EXTRA
Regole sulla licenza dei testi
Animation Italy
Dot Animation Magazine
Crediti - Contatti - RSS - Privacy
SOCIAL: Twitter - Flipboard - Facebook
Marchi, titoli e immagini appartengono ai rispettivi proprietari
Testi e altro © 2004 - 2021 Dot Animation Magazine
www.animeita.net | www.animationworld.net