SNOOPY AND FRIENDS - IL FILM DEI PEANUTS
(The Peanuts Movie - 2015)
(lungometraggio d'animazione)

Regia di: Steve Martino
Sceneggiatura di: Bryan Schulz, Craig Schulz, Cornelius Uliano
Personaggi di: Charles M. Schulz

Prodotto da: Paul Feig, Bryan Schulz, Craig Schulz, Michael J. Travers, Cornelius Uliano
Produzione: Twentieth Century Fox Animation, Blue Sky Studios, Feigco Entertainment
Animazioni: Blu Sky Studios

Edizione Italiana: 20th Century Fox Italia

USCITA ITALIANA: 5 NOVEMBRE 2015

I mitici personaggi di Schulz arrivano per la prima volta sui grandi schermi con un progetto ben ponderato, cercando di dar loro lustro senza cadere in tranelli commerciali; più di un omaggio ad un mondo che ha accompagnato più di una generazione.

La storia vede protagonisti tutti i personaggi nati dalla mente del fumettista americano, umani e animali, ma in particolare si sofferma su Charlie Brown e Snoopy, ognuno con la sua personale impresa: quella di conquistare, o meglio riuscire a parlare con la nuova vicina e compagna di classe, la ragazza dai capelli rossi il primo, e sconfiggere in duello l'acerrimo nemico immaginario, il temibile Barone Rosso, il secondo. Due imprese ardue per entrambi ma con tanti amici pronti a dare una mano.

Nel 2006 è stata presentata agli studios l'idea di questa storia, per mano del figlio Craig e del nipote Bryan (sceneggiatore), ma intendendo comunque non svendere il marchio e tenerlo sempre sotto il nome Schultz per poterne preservare l'eredità. Un accordo sancito nel 2012 da 20th Century Fox e dagli studios d'animazione di loro proprietà, i Blue Sky Studios, che hanno dovuto rivedere i loro standard di realizzazione per adattarli allo stile della striscia. Una storia semplice e ben scritta, con tempi dettati splendidamente e che trova spazio a tutti i personaggi, parlando proprio con lo stesso stile imposto nella striscia, calandosi nella vita di questi ultimi ed escludendo totalmente le voci degli adulti.

Sul lato grafico era molto difficile riportare le semplici quanto calde linee bidimensionali in tre dimensioni ma con pochi accorgimenti si è raggiunto un risultato molto soddisfacente. La computer grafica infatti è si alla base di tutti gli elementi animati e non, ma i disegni bidimensionali sono spesso utilizzati, come nell'esempio dei volti dei personaggi, bocca esclusa, ma evidente sopra ogni cosa sono le animazioni quasi esclusivamente su un solo piano, da un lato all'altro dello schermo, rispettando così lo stile dei disegni dell'autore, una scelta studiata dal regista di punta degli studios, Martino, che ha sodisfatto da subito gli eredi di Schulz.

Il risultato è un opera arguta ed emozionante, con una storia che sembra estrapolata proprio dai semplici disegni del fumettista, cosa che conquisterà facilmente il pubblico creciuto con esso ma anche le più giovani generazioni di spettatori che magari conoscono appena i nomi dei personaggi più celebri, tanto universali sono i messaggi e senza tempo le sue splendide immagini e ambientazioni. Un mondo semplice di cui si sente sempre più l'esigenza, lontano da ogni altra storia e personaggi mai creati.






SOCIAL
NOTIZIE CORRELATE
ADV
EXTRA
Regole sulla licenza dei testi
Animation Italy
Dot Animation Magazine
Crediti - Contatti - RSS - Privacy
SOCIAL: Twitter - Flipboard - Facebook
Marchi, titoli e immagini appartengono ai rispettivi proprietari
Testi e altro © 2004 - 2019 Dot Animation Magazine
www.animeita.net | www.animationworld.net