ZOOTROPOLIS
(Zootopia - 2016)
(lungometraggio d'animazione)

Regia di: Byron Howard, Rich Moore, Jared Bush
Sceneggiatura di: Jared Bush, Phil Johnston

Prodotto da: Clark Spencer
Produzione: Walt Disney Animation Studios, Walt Disney Pictures
Animazioni: Walt Disney Animation Studios
Edizione Italiana: Walt Disney Studios Motion Pictures Italia

USCITA ITALIANA: 18 FEBBRAIO 2016

Gli studios d'animazione principali dell'impero Disney cominciano a subire pesantemente le influenze dei consociati Pixar e del suo papà John Lasseter, cosa che non fa che migliorare sensibilmente la qualità delle sue opere. Un nuovo corso che inizia dalla lettera Z.

Zootropolis è il nome della grande metropoli simbolo di integrazione e civilizzazione di ogni razza e specie animale. Un unico ambiente in cui tutti vivono in armonia e non ci sono differenze se non nelle dimensioni. Protagonista della storia è la piccola Judy, coniglio abitante di una zona prevalentemente agricola che aspira a diventare un agente di polizia, sogno che si concretizza dopo un duro addestramento. Ma l'ambiente in cui si ritrova è più competitivo di quello immagina la giovane recluta, e le cose si complicheranno quando si ritroverà per le mani un misterioso caso che potrebbe sconvolgere tutta la città.

Il nuovo titolo degli studios affronta argomenti poco battuti degli stessi, con un target leggermente più maturo rispetto ai suoi classici standard. Zootropolis infatti è un giallo poliziesco a tutti gli effetti ma che non rinuncia comunque alla componente umoristica con gags e battute anche legate ad elementi statici sullo sfondo. Una storia interessante, ben scritta, che riesce a tenere viva l'attenzione per tutta la sua durata e, cosa non da poco, diretta anche ad un pubblico più adulto.

L'argomento centrale è la convivenza, in questo caso tra predatore e preda, affrontato su scala macro, riferita a tutta la città, che micro, riferita a quelli che finiranno per diventare i due protagonisti. Questi infatti alla base sono due nemici, un coniglio e una volpe, che cercano entrambi il proprio riscatto, anche se ognuno a suo modo. La lente degli autori è puntata principalmente sui due, il cui sviluppo personale scorre lungo tutto il titolo e finirà per diventare uno dei punti cardini di tutta la storia. Due caratteri così lontani che si incontreranno e scontreranno finendo anche per far appassionare gli spettatori.

Ma la cosa che salta subito all'occhio è la grande qualità delle immagini che il titolo presenta. Un livello di dettaglio molto alto, non distorto da qualche imposizione stilistica ma anzi quanto più realistica possibile e con animazioni veramente superlative. Tra l'altro è impressionante la grandezza degli scenari su cui molte scene panoramiche si soffermano: la città con tutti i suoi ambienti e anche le zone limitrofe, cariche di dettagli e vegetazione, per non parlare del numero di animali presenti, ognuno con i loro particolari stili di vita, mezzi e quant'altro che sono parte attiva della storia.

Alla fine il duo di veterani Byron Howard e Rich Moore sembrano aver realizzato un titolo interessante anche fuori dai classici binari fatti di principi e principesse, carta vincente degli studios. Una crescita e una maturazione di cui si sentiva veramente il bisogno e apprezzabile da un ampio pubblico. Un progetto che porta con se un messaggio importante alla base e lo sviluppa intorno ad un gruppo di personaggi ben caratterizzati e con una storia mai scontata fino in fondo.





CONDIVIDI
ADV
EXTRA
Regole sulla licenza dei testi
Animation Italy
Dot Animation Magazine
Crediti - Contatti - RSS - Privacy
SOCIAL: Twitter - Flipboard - Facebook
Marchi, titoli e immagini appartengono ai rispettivi proprietari
Testi e altro © 2004 - 2021 Dot Animation Magazine
www.animeita.net | www.animationworld.net