MOSTRI CONTRO ALIENI
(Monsters vs Aliens - 2009)
(lungometraggio d'animazione)

Regia di: Rob Letterman, Conrad Vernon
Sceneggiatura di: Maya Forbes, Wallace Wolodarsky, Rob Letterman, Jonathan Aibel,
Glenn Berger

Storia di: Rob Letterman, Conrad Vernon

Prodotto da: Lisa Stewart
Produzione: DreamWorks Animation
Animazioni: DreamWorks Animation
Edizione Italiana: Universal Pictures Italia

USCITA ITALIANA: 3 APRILE 2009

La casa di produzione di Katzenberg, dopo le animal comedies del 2008, punta tutto il 2009 su una pellicola che fa il verso alla cinematografia fantastica degli anni 50 e ai loro principali protagonisti, ma con un occhiata anche al futuro delle proiezioni del cinema in tre dimensioni. Alla regia troviamo un duo già rodato in casa DreamWorks Animation: Letterman e Vernon, già alla regia nel 2004 ma su fronti diversi, il primo di "Shark Tale" e il secondo di "Shrek 2".

La storia ha numerosi protagonisti, ma tutto inizia da Susan, una normalissima ragazza che nel giorno del suo matrimonio viene colpita da un meteorite e comincia ad ingigantirsi fino a superare l'altezza di un edificio. Viene messa così in sicurezza dagli agenti segreti in una base nascosta sottoterra e si ritrova sola con gli altri "ospiti" della base, dei veri e propri mostri di fattezze e dimensioni differenti tra loro: uno scenziato pazzo/insetto, una gelatina vivenete, un essere parlante mezzo pesce e un insetto troppo cresciuto. Un giorno, dietro la minaccia di un invasore alieno, il governo deciderà di affidare le sorti della terra nelle mani dei "mostri" tenuti nascosti all'opinione pubblica.

La DreamWorks Animation finalmente sembra estrarre dal cilindro una commedia "quasi" seria, pensata e indirizzata principalmente per un pubblico adulto. Gli sceneggiatori buttano nella mischia battute sul piano scientifico, politico e molto altro mentre rilegano ai più giovani le splendide mimiche dei protagonisti principali. Alla base troviamo una sceneggiatura molto lineare ma con uno svolgimento un po troppo veloce, che lascia poco spazio all'approfondimento dei personaggi laterali ai protagonisti. Lo stesso "cattivo" della storia ha poco più di cinque scene in totale e decisamente brevi, mentre i politici, i militari, i genitori di Susan e il suo promesso sposo sono più che mere apparizioni con siparietti comici a loro dedicati. Luce maggiore è posta sopra i protagonisti cui è dedicato anche qualche secondo con le rispettive origini. Ma il fulcro della storia ruota intorno a quei sentimenti di amicizia e unione comuni tra loro. Per tutta la durata della storia, infatti, verranno sempre visti come gruppo, un unico "elemento" unito e dalle svariate caratteristiche fisiche e caratteriali. Una maggiore attenzione sarà riservata soltanto all'ultima arrivata e al tempo che ci metterà a far parte del gruppo in questione.

I due registi si limitano a prendere per mano la storia e a condurla scena dopo scena senza particolari preziosismi. Ma l'impronta delle pellicole di oltre mezzo secolo fa cui design e temi sono ispirati si intravede anche in alcune inquadrature della pellicola. E proprio lo stile e il design che si ritrovano in ambienti, abiti ed oggetti caratterizza l'aspetto visivo della storia. La prima pellicola della DreamWorks Animation che vede protagonisti (o co-protagonisti almeno) degli esseri umani, ha dei precisi riferimenti stilistici come le mascelle squadrate dei maschi o gli "occhioni" quasi in stile manga delle donne e ovunque "giri vita" estremamente ridotti rispetto alle spalle tipico di alcuni stili illustrativi.

In definitiva si tratta di un buon prodotto che farà felici molti fans e ne accoglierà altri che legavano le opere degli studios di Katzenberg al solo filone delle animal comedies. Ma questa sarà anche un arma a doppio taglio. Il passo è deciso ma è anche il primo e questo porterà quest'opera lontana dagli incassi dei due titoli del 2008, capaci insieme di incassare quasi un miliardo e duecento milioni di dollari.

La pellicola è uscita quasi in contemporanea in tutto il mondo. Dal 19 Marzo in Russia, alla settimana successiva in patria e al 3 Aprile, sotto etichetta Universal Pictures, in Italia.





SOCIAL
EVENTO DEL GIORNO
Scotland Loves Animation: Edimburgo

(Tutti gli eventi..)
ADV
EXTRA
Regole sulla licenza dei testi
Animation Italy
Dot Animation Magazine
Crediti - Contatti - RSS - Privacy
SOCIAL: Twitter - Flipboard - Facebook
Marchi, titoli e immagini appartengono ai rispettivi proprietari
Testi e altro © 2004 - 2019 Dot Animation Magazine
www.animeita.net | www.animationworld.net