Animation Italy
Zafari - prima serie realizzata con Unreal Engine
12 Settembre 2017

Zafari - prima serie realizzata con Unreal Engine

E' in produzione una serie animata, una animal comedy destinata ad un pubblico giovane, un po particolare, per il fatto che è la prima ad essere realizzata con un celebre software con cui si producono videogames.
L'aspetto tecnico delle realizzazioni di cui parliamo sulle nostre pagine non è mai tralasciato e, di tanto in tanto, approfondito, proprio come l'occasione che la produzione della serie animata intitolata Zafari ci dà.

Creata da David Dozoretz, la serie racconta le vicende di alcuni animali magicamente nati con la pelle di altri animali al posto della propria, il tutto creato utilizzando il celebre Unreal Engine della Epic Games, un motore grafico utilizzato per i videogiochi in prima persona.

Dozoretz, già supervisore di grandi produzioni cinematografiche come Star Trek, Super 8 e X-Men: First Class, ha sviluppato l'idea delle serie per molti anni. A produrla sono gli studios Digital Dimension che hanno realizzato 52 episodi da undici minuti circa ciascuno della serie già acquistata da numerosi mercati in tutto il mondo, la cui anteprima è attesa in Francia il prossimo Novembre.

L'autore ha ammesso di aver covato l'idea per circa una decade, con la voglia di realizzare un progetto con un approccio "differente", cosa che si è concretizzata con l'incontro con la tecnologia di rendering in real time offerta dall'Unreal Engine, anche se prima erano state testate altre tecnologie come Redshift e Octane che fruttano la potenza della scheda grafica (GPU) dei computer per generare le immagini.

Una produzione che rappresenta una sfida e che certamente stravolge i normali processi produttivi che un prodotto del genere prevede, iniziando dai complessi movimenti di camera e illuminazione, impostati praticamente in tempo reale in ogni scena, così come il notevole tempo risparmiato in lunghi rendering finali e compositing, con conseguenti risparmi di budget.

"Con la ricerca di un effetto finale", ammette l'autore, "vicino quanto possibile ad una produzione Pixar, ma con un budget televisivo invece che cinematografico. Ovviamente l'effetto finale non sarà simil-Pixar ma sarà comunque soddisfacente, con la praticità di poterci concentrare sulle animazioni e le impostazioni delle scene, proprio come le produzioni animate 2D, visto che l'effetto finale è già quello che l'Unreal Engine ci mostra durante questa fase".

"E' affascinante poter controllare e modificare così facilmente le luci, le telecamere e tutti gli elementi in tempo reale. Dopo l'approvazione delle scene possiamo dare un occhiata alla versione finale o quasi di un episodio in circa un oretta." Un notevole passo avanti in queste produzioni, con la possibilità di non dover tenere occupate intere render farm e poter decidere cambiamenti anche all'ultimo momento.

Ma oltre quest'aspetto, gli studios hanno sottolineato l'utilizzo di altri software come Maya per modellare e animare i personaggi, cosa che copre circa il 50% della produzione.

Ecco a seguire un video con alcuni momenti della lavorazione di una scena in tempo reale:






[ Fra - fonte CartoonBrew ]
ALTRE NOTIZIE
CONDIVIDI
ADV
EXTRA
Regole sulla licenza dei testi
Animation Italy
Dot Animation Magazine
Crediti - Contatti - RSS - Privacy
SOCIAL: Twitter - Flipboard - Facebook
Marchi, titoli e immagini appartengono ai rispettivi proprietari
Testi e altro © 2004 - 2022 Dot Animation Magazine
www.animeita.net | www.animationworld.net