APPLESEED (1988)
(Appurushido - 1988)
(lungometraggio d'animazione)

Regia di: Kazuyoshi Katayama
Storia di: Masamune Shirow (manga)
Sceneggiatura di: Kazuyoshi Katayama

Produzione: Bandai Visual, Movic
Produzione: Tomoku Shinsha

EDIZIONE ITALIANA: Yamato Video

Partorito dalla mente cyberpunk di Masamune Shirow, lo stesso autore conosciuto in tutto il mondo per Ghost In The Shell, Appleseed racconta di un mondo in cui problemi politici mondiali e azione sfrenata si fondano in un mix all'altezza della reputazione del mangaka Shirow. Nato e vissuto in una piccola cittadina tra montagne e mare, lui stesso racconta delle influente della cultura europera con cui è cresciuto da piccolo. Per questo motivo anche i personaggi delle sue storie provengono da ogni parte del globo e si distaccano certamente dagli stereotipi giapponesi tanto osannati in tanti anime.

Nei temi del maestro Shorow predominano molti elementi legati alla guerra e alla politica mentre ambientazioni e personaggi si calano a pieno nelle atmosfere cyberpunk, tra bio-cibernetica e esperimenti genetici umani. Mensione particolane viene fatta per i personaggi femminili nati dalla penna di Masamune: bambole sexy ma con animi turbati e con la passione per la tecnologia e i mecha (da mechanism); possiamo ricordare Leona di "Dominion Tank Police" oppure Motoko, cyber-femminista di "Ghost In The Shell", senza dimenticare la giovane Dunan protagonista di questo "AppleSeed".

Il lungometraggio è ambientato nel XXII secolo, in una terra che fatica a ridestarsi da un mega conflitto mondiale avvenuto tempo addietro. I sopravvissuti vivono in una città futuristica, ricostruita sulle rovine di altre città, chiamata Olympus, interamente comandata da computer e droidi (o biodroidi nel caso di AppleSeed). Il computer centrale si chiama Gaia e provvede a soddisfare tutte le esigenze di questi uomini artificiali migliorati. Questa pace apparente sembra durare e soddisfare tutti gli abitanti, ma a qualcuno proprio non va giù di essere gestito come un agnellino. La guerra contro Olympus allora prende vita e ad evitare il conflitto sono posti gli agenti della SWAT, il corpo speciale a cui appartengono la giovane Dunan e il bio-droide suo amico Briareos, che non possono non chiedersi se stanno davvero lottando dalla parte giusta.

Il lungometraggio creato nel 1988 dura poco più di un oretta (70 min.) e di recente ne è stata creata una nuova versione interamente in CGI, inedita in italia, di cui recensione potrete trovare tra le pagine di AnimeIta.net. Le animazioni sono di buon livello, ricordando la data di creazione di questo lungometraggio, e la versione disponibile (VHS)
certo non mostra colori e pulizia degna invece di altri formati (DVD). Le illustrazioni della fituristica Olympus sono ben realizzate e il character design è degno dei personaggi del maestro Shirow, con un ottima controparte cattiva presente nella storia. La profondità della storia (cardine dei prodotti di Masamune) forse poteva essere meglio sviluppata, ma i 70 min. di pellicola sono un po pochi (scelta della produzione). Certo questi ultimi non mancano e l'introspettività dei personaggi si alternano all'azione e ai combattimenti.

E' possibile reperire in Italia AppleSeed tra i titoli del catalogo Yamato Video.







SOCIAL
NOTIZIE CORRELATE
Appleseed XIII - Il trailer del primo film
Appleseed XIII - il ritorno dei biodroidi
ADV
EXTRA
Regole sulla licenza dei testi
Animation Italy
Dot Animation Magazine
Crediti - Contatti - RSS - Privacy
SOCIAL: Twitter - Flipboard - Facebook
Marchi, titoli e immagini appartengono ai rispettivi proprietari
Testi e altro © 2004 - 2019 Dot Animation Magazine
www.animeita.net | www.animationworld.net