BLUE SUBMARINE N.6
(Ao no roku gò - 1998)
(serie animata OAV)

Regia di: Mahiro Maeda
Sceneggiatura di: Hiroshi Yamaguchi
Tratto dai fumetti di: Satoru Ozawa

Produzione: Bandai Visual, Toshiba-Emi e Gonzo
Realizzazione: Gonzo Digimation
Episodi: 4 (130 min. circa)

EDIZIONE ITALIANA: Dynit

Il bigliettino da visita ufficiale dello Studio Gonzo è certamente "Blue Submarine N.6", straordinario esempio di anime in cui si fondono alla perfezione animazione tradizionale, animazione CGI e una storia di fondo appassionante. Uno dei titoli sicuramente più conosciuto al mondo, di cui sono stati tratti anche numerosi videogames e altro; tutto questo penso basti a spiegare l'enorme popolarità che circola intorno a questa mini serie prodotta eccezionalmente da Bandai Visual e Toshiba-Emi e che la Dynamic Italia propone per gli spettatori italiani.

Il mondo è devastato, molte città sono cadute e molte terre emerse si trovano ormai a molti metri di profondità sotto il mare. Questo è successo per la follia di uno scienziato di nome Zorndyke e per la nascita, per sua mano, di nuove razze di individui, principalmente anfibi, perennemente in lotta con la razza umana. Un nuovo organismo chiamato Blue ha raccolto intorno a se tutte le più grandi potenze mondiali, tutte a bordo di sofisticati sottomarini armati fino ai denti. Tetsu Hayami, un abile pilota ormai da tempo fuori dalla marina, viene richiamato a bordo del moderno sottomarino N.6 in quella che dovrebbe essere l'ultima battaglia contro Zorndyke e tutte le sue creature, ma le cose non vanno sempre per il verso giusto. La coscienza può tirare brutti scherzi nella valutazione di buoni e cattivi.

Per "Blue Submarine N.6" non c'è bisogno di presentazione a proposito di regia, animazioni e sceneggiatura. Basterebbe soltanto il marchio Gonzo ormai per assicurare fama a qualunque serie animata sfornata dallo studio. Questa piccola serie è una gioia per gli occhi. Graficamente si presenta già soltanto con le prime immagini. Tecniche d'animazione tradizionale e ultimi traguardi di Computer Graphics si amalgamano bene e riempiono ogni singolo frame. Anche se soltanto nel 1998 già la Gonzo inaugura un'era per la combinazione di grafica 3D e 2D, cavallo di battaglia al servizio di altre serie di successo tra cui "Last Exile", per citarne uno. La caratterizzazione dei personaggi, come per ogni anime che si rispetti, è molto curata. I personaggi principali della serie vengono esplorati in profondo nell'animo per rivelarne ogni minima peculiarità e dar spessore alla storia. Le animazioni sono di alta fattura, così come i fondali esaltati da colori straordinari. Un elogio va ai tecnici degli effetti CGI e alle esplosioni in particolare, presenti sempre più in massa man mano che la storia si sviluppa. Chiudono musiche e suoni, di sottofondo le prime e di impatto e ben distribuiti i secondi.

Lo Studio Gonzo si presenta al grande pubblico di appassionati di anime e animazione di tutto il mondo con una bella storia, sviluppata su 4 episodi, di cui i primi 3 di mezz'ora e l'ultimo allungato fino a 40 minuti per un totale di 130 minuti, una lunghezza degna di un lungometraggio. La storia conquista fin dalle prime immagini, in cui si alternano azione e momenti di riflessione, dalla presentazione di protagonisti e antagonisti e subito con le inquadrature alla grande coda blu del sottomarino N.6.
La Dynamic Italia ha subito proposto quest'opera in edizione VHS e poi, nell'Aprile del 2004, in una splendida edizione DVD con una qualità audio DTS e video superiore, anche se sempre nel classico formato 4:3. Quest'edizione viene presentata su due DVD in cui prendono posto i primi tre episodi nel primo disco e l'ultimo episodio nel secondo, insieme ad uno speciale (anch'esso presente nell'edizione VHS) sulla creazione dell'anime, la versione dei titoli di coda senza crediti, art gallery, trailers ect. In TV è stato trasmesso dall'emittente musicale MTv Italia.







SOCIAL
NOTIZIE CORRELATE
Una nuova serie per Last Exile
Hustle ! Tokitama-kun: un corto di Koji Morimoto
ADV
EXTRA
Regole sulla licenza dei testi
Animation Italy
Dot Animation Magazine
Crediti - Contatti - RSS - Privacy
SOCIAL: Twitter - Flipboard - Facebook
Marchi, titoli e immagini appartengono ai rispettivi proprietari
Testi e altro © 2004 - 2019 Dot Animation Magazine
www.animeita.net | www.animationworld.net