DRAGON PILOT
(Dragon Pilot: Hisone and Masotan - 2018)
(serie d'animazione)

Regia generale di: Hiroshi Kobayashi
Creato da: Mari Okada, Shinji Higuchi

Direttore Esecutivo: Shinji Higuchi
Produzione: Bones
Animazioni: Bones
Edizione Italiana: Netflix Italia
Episodi: 1 stagione - 12 episodi da 24'

USCITA ITALIANA: 21 SETTEMBRE 2018

Giovani e timide ragazze giapponesi, frutto di questa societÓ cosý lontana quanto affascinante contrapposta a degli Aeromobili Biologici Trasformabili. Questi sono i due elementi che caratterizzano il nuovo progetto del noto studio Bones.

Protagonista Ŕ Hisone, timida ragazza con il vizio di dire sempre la veritÓ che si arruola nella nella K˛k¨ Jieitai, la Forza di autodifesa aerea giapponese. Qui viene scelta come pilota dell'Organic Transformed Flyer che lei scoprirÓ essere nient'altro che un drago che, camuffato da aereo, viene utilizzato dai militari. Un lavoro gravoso che la ragazza farÓ molta fatica ad accettare. Ma un nuovo mondo, nuove amicizie e impegnative missioni gli faranno cambiare idea e, chissÓ, magari farle superare la sua timidezza.

La talentuosa Mari Okada scrive questo progetto che ha i piedi ben piantati su tematiche fantastiche, ma che pone al centro di tutta la vicenda i personaggi femminili, i loro caratteri, le loro paure e insicurezze. I Draghi o organismi trasformabili, sembrano scivolare sempre pi¨ in secondo piano man mano che le storie entrano nel loro vivo, cosý come i personaggi maschili, pochi e spesso denigrati a figure molto maschiliste. Una stesura che parte piano e alza i toni intorno a metÓ della serie, quando entreranno in gioco altri piloti con i rispettivi Draghi.

Bones pone il massimo della fiducia in questa nuova produzione, pensata con un limitato numero di episodi, appena 12, la metÓ circa di una normale stagione anime prodotta negli anni passati, negli ultimi periodi invece cifra acquisita come una regola in quasi tutte le nuove produzioni, specialmente dove troviamo lo zampino di Netflix. Una serie realizzata principalmente con l'uso di animazioni bidimensionali e poca computer grafica, con uno stile visivo volutamente semplice, a volte poco curato o ruvido, che semplifica spesso le forme, come quelle dei draghi. Poche e non molto curate le scene pi¨ frenetiche, principalmente aeree, ma alla passano velocemente in secondo piano.

Dopo i primi episodi, atti principalmente ad illustrare il funzionamento dell'uso dei Draghi e il loro rapporto con i piloti, la serie virerÓ bruscamente su questi ultimi e darÓ un po di senso alle storie, pi¨ votate ai temi sociali che all'azione, passando vicino al genere Mecha (mechanical, le serie anime con robottoni o altro) ma mai sviluppato veramente. Il titolo originale ha al suo interno i nomi "Hisone e Masotan", ovvero del pilota e del suo drago, cosa che illustra meglio questa prima stagione, l'inizio di questo rapporto e di tutti gli elementi che girano intorno.




SOCIAL
NOTIZIE CORRELATE
Godzilla, Castlevania, Ultraman e tutti i nuovi anime di Netflix
ADV
EXTRA
Regole sulla licenza dei testi
Animation Italy
Dot Animation Magazine
Crediti - Contatti - RSS - Privacy
SOCIAL: Twitter - Flipboard - Facebook
Marchi, titoli e immagini appartengono ai rispettivi proprietari
Testi e altro © 2004 - 2018 Dot Animation Magazine
www.animeita.net | www.animationworld.net