KIKI CONSEGNE A DOMICILIO

(Majo no takkyūbin - 1989)
(lungometraggio d'animazione)

Regia di: Hayao Miyazaki
Sceneggiatura di: Hayao Miyazaki
Basato sul romanzo di: Eiko Kadono

Prodotto da: Hayao Miyazaki, Toshio Suzuki
Produzione: Kiki's Delivery Service Production Committee, Nibariki, NTV, Studio Ghibli, Tokuma Shoten, Yamato Transport
Animazioni: Studio Ghibli
1° Edizione Italiana: Buena Vista Int. (2002)
2° Edizione Italiana: Lucky Red (2013)

Il romanzo per ragazzi omonimo di Kadono diventa un lungometraggio d'animazione ad opera del noto Studio Ghibli e per mano del suo co-fondatore Hayao Miyazaki che ne cura sceneggiatura, regia e produzione. La protagonista e i temi trattati infatti ben si sposano con le storie scritte dal Maestro.

Kiki è una giovane strega che vive in un piccolo paesino di campagna con la sua famiglia ed ha da poco compiuto 13 anni, l'età giusta per l'anno di apprendistato che le streghe compiono lontano da casa. Informati i genitori della volontà di partire proprio durante questo periodo lunare, la giovane, insieme al suo gatto nero di nome Jiji, sale sulla scopa e vola alla ricerca di una città in cui stabilirsi. Arrivata sulla caotica e industriosa costa e alla ricerca di un occupazione per rendersi utile, inizia ad effettuare consegne sfruttando l'unica capacità magica di cui dispone: quella di volare. Stabilitasi presso una famiglia che possiede un panificio, la giovane strega incontrerà e si scontrerà con le realtà della città e dei suoi variopinti abitanti.

Una giovane protagonista, innocenza, magia e le immancabili macchine volanti sono solo i principali elementi che sposano appieno le tematiche care al Maestro Miyazaki. La storia abbraccia un ampio pubblico, dai più giovani, vicini all'età dei personaggi, ai fans delle produzioni animate dei noti studios Giapponesi. La scrittura descrive per bene e in pochi minuti l'ambiente in cui è nata e cresciuta la protagonista, per portarla poi alla ricerca di un luogo in cui passare il suo praticantato, un luogo molto diverso e con diversi usi e costumi. Una scrittura molto pulita che con un ritmo sostenuto tiene lo spettatore incollato allo schermo. Un numero esiguo di personaggi e i continui sviluppi della storia completano poi il quadro.

Il risultato è un film tenero, delicato, che ruota abilmente intorno alla giovane età della protagonista e sulla sua crescita personale ed emancipazione, nel viaggio alla scoperta del mondo lontano dagli affetti familiari. Anche la magia, così centrale nei primi minuti, finisce per essere un mero accompagnamento alle vicende della protagonista e al rapporto con gli altri personaggi, coetanei e non. Una favola che racconta la meraviglia della scoperta vista con gli occhi di un innocente, la bontà delle buone azioni e gli errori di gioventù ed inesperienza a cui rimediare. Un'opera senza tempo che conquista qualunque spettaore.

L'aspetto visivo garantito dagli studios è una gioia per gli occhi. La qualità è altissima e i colori e le viste delle location sono più che meri contorni ma veri protagonisti, ricolmi di dettagli, così come qualunque cosa in movimento. Lo stile è molto simile ad altre opere Ghibli, similitudini che si accomunano ai temi trattati e non solo. Questa storia in particolare però lega il tema dell'emancipazione della protagonista a quella di un giovane Miyazaki che per seguire la sua vocazione di disegnatore si trasferisce nella grande Tokyo. E' bene sottolineare però che l'arco narrativo che la storia affronta, alla fine risulta parziale, legato ad un breve periodo storico di cui l'appassionato desidererebbe conoscere il seguito.






CONDIVIDI
ADV
EXTRA
Regole sulla licenza dei testi
Animation Italy
Dot Animation Magazine
Crediti - Contatti - RSS - Privacy
SOCIAL: Twitter - Flipboard - Facebook
Marchi, titoli e immagini appartengono ai rispettivi proprietari
Testi e altro © 2004 - 2022 Dot Animation Magazine
www.animeita.net | www.animationworld.net