RALPH SPACCA INTERNET
(Ralph Breaks the Internet - 2018)
(lungometraggio d'animazione)

Regia di: Phil Johnston, Rich Moore
Sceneggiato da: Phil Johnston, Pamela Ribon
Storia originale di: Rich Moore, Phil Johnston, Jim Reardon, Pamela Ribon, Josie Trinidad

Prodotto da: Clark Spencer
Produzione: Walt Disney Animation Studios, Walt Disney Pictures
Animazioni: Walt Disney Animation Studios
Edizione Italiana: Walt Disney Studios Motion Pictures Italia

USCITA ITALIANA: 1 GENNAIO 2019

Dopo l'omaggio ai classici videogame da sala giochi di qualche decennio fa, la Disney riporta i personaggi di quel film in un sequel dal sapore molto più tecnologico, aprendolo al grande mondo di Internet e di tutti i suoi siti.

Protagonisti di questo secondo capitolo sono quasi esclusivamente il massiccio Ralph e la piccola Vanellope. Dopo gli ultimi sei anni passati a divertirsi insieme dopo il lavoro nei rispettivi videogames, due eventi importanti rompono la loro quotidianità: l'arrivo di Internet nella sala giochi, con l'installazione di router wi-fi a disposizione dei clienti, e la rottura del volante del gioco Sugar Crush in cui gareggia Vanellope. Per evitare che questo gioco venga messo da parte visto l'alto costo dei ricambi, i due decidono di entrare in Internet per cercare di recuperare il suddetto volante.

Dall'avventura corale del primo capitolo, anche se con Ralph protagonista principale, gli autori Johnston e Moore propongono un secondo capitolo incentrato esclusivamente sul rapporto del personaggio principale e quello della giovane Vanellope. Gli anni trascorsi insieme a Ralph dopo la prima avventura hanno creato un'amicizia speciale che verrà messa in discussione dalla giovane protagonista con la consapevolezza di un mondo molto più grande di quello in cui vive. Un rapporto che vuole rappresentare quello di un padre e una figlia, con la crescita inevitabile della seconda e la sua voglia di uscire dalle mura di casa, lontano proprio dal padre. Un argomento non semplice da trattare ma che, grazie all'aiuto di molti comprimari e gags sparse ovunque, viene portato egregiamente a casa.

Così il mondo di Internet e dei suoi servizi, in primissimo piano su titolo e poster, alla fine risulta di mero contorno e luogo dove ambientare gags e riferimenti diretti principalmente al pubblico geek. Ad influenzare invece la storia troviamo, in piccola parte, tutti i personaggi dei videogame del primo titolo, a cui sono riservate non più di un paio di scene, e, in maggior parte invece, le nuove entrate, tra cui l'algoritmo Yess (in Italia "Si si"), la pilota Shank, J.P. Spamley e pochi altri. Degni di nota alcuni camei, tra cui tutti i nuovi acquisti dell'universo Disney (Marvel, Lucas ect) e, soprattutto, le principesse dei film Disney, per la prima volta tutte insieme sullo schermo, che contribuiranno anche loro in piccolo modo alla risoluzione degli eventi finali.

Sul lato visivo il lavoro svolto dai principali studios d'animazione della Disney è impressionante. Solo la vastità della rappresentazione di Internet è da applausi, ricolma di dettagli e con focus sui principali e più utilizzati servizi della rete. Un lavoro ben fatto che, insieme alla storia, riesce a tenere viva l'attenzione per tutta la durata del titolo, riuscendo ad intrattenere sia un pubblico giovane che adulto. Il complesso di scene e gags sono infatti dedicati in maniera omogenea sia ai primi che ai secondi, riuscendo a strizzare l'occhio anche al giovane pubblico femminile, tenuto un po a distanza nel primo titolo. Un film che riesce a spezzare il trend di storie principalmente focalizzate su eroine e principesse, cavallo di battaglia degli studios.






SOCIAL
ADV
EXTRA
Regole sulla licenza dei testi
Animation Italy
Dot Animation Magazine
Crediti - Contatti - RSS - Privacy
SOCIAL: Twitter - Flipboard - Facebook
Marchi, titoli e immagini appartengono ai rispettivi proprietari
Testi e altro © 2004 - 2019 Dot Animation Magazine
www.animeita.net | www.animationworld.net