Focus
l'Academy e l'animazione
Oscar e animazione, un giovane incontro chè ha già fatto storia.

Il cinema viene premiato in lungo e in largo in ogni parte del mondo, ma la statuetta tra le più ambite è certamente l'Oscar, quella accreditata dall' Academy in terra americana, la terra dei grandi studios, la terra dei budget stratosferici, odiata e amata da tutti. Un festival anche tra i più datati, visto che quest'anno, 2008, ha festeggiato anche la sua 80° edizione. Una kermesse dedicata al cinema a 360°, che non lascia veramente niente lontano dalle sue liste, dal cinema indipendente ai blockbuster, dai lungometraggi ai cortometraggi, dai costumi, agli effetti, ai montaggi e fino ai migliori film stranieri (ma sempre che siano proiettati in terra americana). Ma neanche la statuetta più importante in questo campo si è potuta esimere dal premiare, dal presentare all'interno delle proprie liste, una categoria che, anno dopo anno, ha saputo evolversi mostruosamente (permettetemi questo termine) davanti agli occhi di chi non conosce e/o non apprezza a pieno questo campo: l'animazione.

E proprio quella dei lungometraggi d'animazione è una categoria molto giovane inserita nel nuovo millennio, con qualche speciale menzione una a metà degli anni novanta e una addirittura risalente al 1938. Queste ultime, è bene ricordare, sono state assegnate ad autentici geni del campo, pionieri del disegno animato sotto moltissimi aspetti. Nel 1938 neanche l'Academy si è potuta esimere dal riconoscere il talento di Walt Disney consegnandogli un premio speciale per le innovazioni nel lungometraggio Biancaneve e i Sette Nani (1938). Ma si è dovuto attendere ben 57 anni perchè un premio simile fosse consegnato ad un altro pioniere, ma della computer graphic animation, ovvero John Lasseter (Pixar) per Toy Story
(1995), il primo lungometraggio animato realizzato interamente in CG, tra l'altro secondo oscar per Lasseter già premiato per il geniale corto animato Tin Toy nel 1988.

La categoria animata che invece è stata sempre onorata dai membri dell'Academy è stata quella dei Corti, categoria il lista per un premio Oscar dal 1931, 5° edizione della kermesse. Questa categoria ha visto l'instancabile studios intitolato e diretto da Walt Disney premiato per ben 12 volte nella prima metà del secolo e, più recentemente, un piccolo genio inglese di nome Nick Park per ben 3 volte, lo stesso Park papà di Wallace e Gromit con cui poi vince anche una statuetta nella categoria lungometraggo.
Comunque una larga giuria che negli anni ha saputo, nel bene e nel male, scegliere e nominare (e premiare anche) alcuni tra i migliori artigiani di tutto il mondo di questo settore, come Hayao Miyazaki o Brad Bird.

Ecco la breve cronostoria dei premi assegnati ai lungometraggi d'Animazione.



-> 1938 - Premio Speciale

A Walt Disney per Biancaneve e i Sette Nani, ad un pioniere per il significativo apporto e le innovazioni nel nuovo e grandioso campo dell'intrattenimento delle pellicole animate.





-> 1995 - Premio Speciale

A John Lasseter per la sua leadership e ispirazione al team di realizzatori di Toy Story della Pixar, primo lungometraggio animato realizzato interamente in computer grafica.



-> 2001 - Miglior Lungometraggio d'Animazione
(nominati:)
Jimmy Neutron: Ragazzo Prodigio - Steve Oedekerk e John A. Davis (DNA)
Monsters & Co. - Pete Docter, John Lasseter (Pixar)

(Oscar a:)
Shrek - Aron Warner (DreamWorks Animation)


-> 2002 - Miglior Lungometraggio d'Animazione
(nominati:)
L'Era Glaciale - Chris Wedge (Blue Sky Studios)
Lilo & Stitch - Chris Sanders (Disney)
Spirit: Cavallo Selvaggio - Jeffrey Katzenberg (DreamWorks Animation)
Il Pianeta del Tesoro - Ron Clements (Disney)

(Oscar a:)
La Città Incantata - Hayao Miyazaki (Studio Ghibli)



-> 2003 - Miglior Lungometraggio d'Animazione
(nominati:)
Koda Fratello Orso - Aaron Blaise e Robert Walker (Disney)
Appuntamento a Belleville
- Sylvain Chomet

(Oscar a:)
Alla Ricerca di Nemo - Andrew Stanton (Pixar)



-> 2004 - Miglior Lungometraggio d'Animazione
(nominati:)
Shark Tale - Bill Damaschke (DreamWorks Animation)
Shrek 2 - Andrew Adamson (DreamWorks Animation)

(Oscar a:)
Gli Incredibili - Brad Bird (Pixar)



-> 2005 - Miglior Lungometraggio d'Animazione
(nominati:)
Il Castello Errante di Howl - Hayao Miyazaki (Studio Ghibli)
La Sposa Cadavere - Mike Johnson e Tim Burton

(Oscar a:)
Wallace e Gromit: La Maledizione del Coniglio Mannaro - Nick Park e Steve Box (Aardman Animation)



-> 2006 - Miglior Lungometraggio d'Animazione
(nominati:)
Cars - Motori Ruggenti - John Lasseter (Pixar)
Monster House - Gil Kenan (Sony Pictures Animation)

(Oscar a:)
Happy Feet - George Miller (Animal Logic)



-> 2007 - Miglior Lungometraggio d'Animazione
(nominati:)
Persepolis - Marjane Satrapi e Vincent Paronnaud
Surf's Up: I Re delle Onde - Ash Brannon e Chris Buck (Sony Pictures Animation)

(Oscar a:)
Ratatouille - Brad Bird (Pixar)


[ Testo: Fra - Fonte: Oscar.com ]

SOCIAL
ADV
EXTRA
Regole sulla licenza dei testi
Animation Italy
Dot Animation Magazine
Crediti - Contatti - RSS - Privacy
SOCIAL: Twitter - Flipboard - Facebook
Marchi, titoli e immagini appartengono ai rispettivi proprietari
Testi e altro © 2004 - 2018 Dot Animation Magazine
www.animeita.net | www.animationworld.net