HUNTER X HUNTER

(Hantà x Hantà - 1999)
(serie d'animazione e OAV)

Regia di: Kazuhiro Furuhashi
Sceneggiatura di: Nobuaki Kishima, Yoshiyuki Suga, Masashi Sogo, Ryota Yamaguchi
Tratto dal manga di: Yoshihiro Togashi

Prodotto da: Daisuke Kawakami, Shinuchi Kosao
Produzione: Nippon Animation
Animazioni: Nippon Animation

Episodi 1° Serie: 62 da 25' - 2 stagioni
Edizione Italiana: ShinVision/Exa Cinema

Episodi OAV: 30 da 25' - 3 Serie
Edizione Italiana: Mediaset

Un ragazzino molto sveglio, una zia e una nonna entrambe premurose che vivono insieme su una piccola isola: questo è il quadro che si presenta al primo episodio di questa serie animata. L'inizio di un viaggio intrapreso da un quattordicenne all'interno di un mondo, quello dei cacciatori chiamati "hunter", all'unico scopo di ritrovare il padre, un hunter anch'esso. Una serie di media lunghezza, 92 episodi comprese le ultime serie OAV, ben bilanciata e con dei buoni spunti originali che Nippon Animation realizza piazzando alla direzione Kazuhiro Furuhashi, già regista della serie "You're Under Arrest" (1996).

Tutta la storia gira intorno a Gon Freecss e, secondariamente, a pochi altri amici. Già dai suoi primi passi lontano dall'isola in cui è nato e vissuto per 14 anni, l'impresa appare più difficile del previsto. L'unico indizio conosciuto dal giovane Gon è la professione del padre: un Hunter professionista, cosa che porterà il piccolo ad iscriversi alle selezioni per guadagnarsi la licenza di Hunter. Quì ci sarà occasione per conoscere quelli che diventeranno i suoi più cari amici: Leorio, Kurapica e soprattutto Killua. Un gruppo variopinto di personaggi, ognuno con una propria storia alle spalle, e con le proprie motivazioni dietro la scelta di diventare un Hunter. Le numerose avventure si susseguiranno proprio a partire dalle prove per guadagnarsi la licenza di Hunter fino ad un gioco che simula la realtà, realizzato proprio dal padre di Gon. Un lungo viaggio basato su lealtà, amicizia, perseveranza e altri nobili valori che formeranno anima e corpo dei principali protagonisti.

Anche se dislocata lungo bel 92 episodi, la serie non risulta complessa o eccessivamente articolata. Questo grazie alla suddivisione della storia in grandi blocchi: l'esame per diventare Hunter, l'asta di York Shin City e Greed Island. Questo rende estremamente scorrevole la visione riducendo veramente al minimo l'uso di episodi chiamati "filler" - di riempimento, classici delle lunghe serie televisive. Tutta la prima parte della serie affronta argomenti relativamente terreni, anche se qualche personaggio sembra nascondere proprietà fisiche fuori dal normale, caratteristiche comunque ben celate che verranno alla luce solo nella seconda stagione, ovvero quando i personaggi principali affronteranno delle sessioni avanzate di allenamenti, atti a sviluppare la speciale tecnica chiamata "Nen", poi rilevatasi il cuore dell'intera serie. Tra l'altro gli allenamenti continueranno praticamente fino alla fine degli episodi fino ora realizzati. Importante specificare che, visto il susseguirsi delle pubblicazioni dell'edizione originale (manga), la storia narrata nelle serie animate si ferma alla conclusione del gioco Greed Island.

Le animazioni realizzate da Nippon Animation sono di buona fattura. Tutte nel classico stile di disegno "hand made"; sia personaggi che fondali sono trattati con la massima cura e il risultato sullo schermo è molto buono. Il meglio degli effetti comincerà a farsi vivo dalla seconda stagione, con l'entrata in scena delle tecniche "Nen", cosa che darà vita a degli incontri/scontri molto interessanti e certamente più spettacolari. Lo spettatore infatti sarà legato sempre di più alla scoperta dell'utilizzo di queste tecniche che derivano dallo sviluppo della propria aura. Ma alla base di tutta la storia ci sono comunque i principali protagonisti, quattro appena, attorniati, di volta in volta, da personaggi secondari che varieranno da periodo a periodo. Questo porrà i quattro sotto un'ipotetica lente d'ingrandimento, che li vedrà agire insieme e portare alla luce il proprio background, il motivo per cui hanno scelto questa professione.

La storia personale dei primi due e inseparabili amici, Gon e Killua, viene presto raccontata e ripresa più volte lungo la serie, ma a suscitare maggiore interesse è certamente Kurapica, colui che risulta essere (quasi) il protagonista assoluto della seconda parte della serie, quella ambientata nella città di York Shin City. Kurapica è l'ultimo esponente del clan dei Kuruta, popolazione sterminata dalla "Brigata dell'Illusione" cui questo sta dando la caccia. La sua abilità nell'utilizzo del Nen è una delle più particolari e potenti del mondo creato da Togashi, ma l'autore stesso abbandona il personaggio già dagli avvenimenti di Greed Island. Il tanto discusso padre di Gon, Jin, è un'altro personaggio dei più emblematici della storia, considerato dal presidente dell'associazione degli Hunter "uno dei cinque Hunter più forti al mondo nell'utilizzo del Nen", personaggio tra l'altro che mai appare veramente nella storia.

L'edizione Italiana ha visto un travaglio un po difficoltoso nell'approdo sia in DVD che nell'edizione trasmessa in tv. Il primo è da imputarsi alla fine della vita dell'etichetta ShinVision, proprio a metà della distribuzione della prima stagione. L'edizione è, fortunatamente, passata subito sotto le mani di Exa Cinema, distributrice dell'opera per l'edizione DVD. I diritti per la trasmissione televisiva sono stati acquistati da Mediaset che ha subito spedito sull'etere la prima stagione con il doppiaggio ufficiale affidato dalla ShinVision a CVD, per poi bloccare le trasmissioni ed effettuare dei tagli di censure prima di riprendere le trasmissioni. Oltre le prime stagioni della serie ufficiale sono stati realizzati altri episodi OAV (30 in tutto) acquistati da Mediaset per la sola trasmissione televisiva. Questo ha prodotto anche un cambio significativo nel doppiaggio, affidato da quest'ultima non più alla CVD ma alla Merak Film.





CONDIVIDI
EVENTO DEL GIORNO
Anime Expo [AX]

(Tutti gli eventi..)
ADV
EXTRA
Regole sulla licenza dei testi
Animation Italy
Dot Animation Magazine
Crediti - Contatti - RSS - Privacy
SOCIAL: Twitter - Flipboard - Facebook
Marchi, titoli e immagini appartengono ai rispettivi proprietari
Testi e altro © 2004 - 2022 Dot Animation Magazine
www.animeita.net | www.animationworld.net