PRINCIPESSA MONONOKE
(Mononoke-Hime - 1997)
(lungometraggio d'animazione)

Regia di: Hayao Miyazaki
Sceneggiatura di: Hayao Miyazaki

Prodotto da: Toshio Suzuki
Produzione: Dentsu Music And Ent., Nibariki, NTV, Studio Ghibli, TNDG, Tokuma Shoten
Animazioni: Studio Ghibli

Prima edizione: Buena Vista 19 Maggio 2000

Seconda edizione: Lucky Red

USCITA ITALIANA: 8 MAGGIO 2014

Dai primi bozzetti e idee di fine anni settanta ai libri illustrati degli anni ottanta, alla messa in produzione del lungometraggio negli anni novanta. La principessa e gli spiriti della foresta erano già ben definiti nella mente di Hayao Miyazaki. La lunga gestazione ha solamente dato piena maturità ad un meraviglioso progetto.

La storia è ambientata in un preciso periodo storico giapponese (Murumachi), giorni in cui l'uomo, avido di risorse, sacrificava le foreste per le sue mire espansionistiche. Una piccola città fortificata in cui si forgiano armi dal ferro estratto nelle miere, crea molti problemi agli abitanti della foresta circostante: animali e spiriti. Uno di questi, trasformato in demone e carico di ira, arriva fino al villaggio del giovane principe Ashitaka. Il giovane, contaminato dalla maledizione del demone, andrà alla ricerca del luogo dove tutti i problemi sono nati.

Miyazaki riesce a portare sullo schermo la bellezza della natura e, nello stesso tempo, la distruzione causata dall'uomo nel più brutale e veloce modo possibile. Un mix di elementi che creano un meriviglioso quanto potente messaggio in difesa della natura. Un messaggio diretto sia ad un pubblico adulto che giovane, pur quanto forte questo sia. La storia è un inno alla bellezza di un mondo a noi lontano, un mondo fatto di semplicità in cui tutti gli esseri del creato vivevano in armonia tra loro ma da cui gli uomini si sarebbero presto allontanati, cercando di sfruttare ogni risorsa per i loro scopi spesso discutibili.

In un crescendo di azione e sentimenti, il regista e autore giapponese scava nel profondo di ognuno dei suoi personaggi, mostrandoli agli spettatori in tutte le loro sfaccettature. Alle figure umane, protagoniste della prima metà dell'opera, si aggiungono poi anche quelle animali cui il maestro dona poche parole ma un espressività anche maggiore. Tra i personaggi principali anche la giovane eroina femminile che spesso si incontra nelle storie di Miyazaki, eroina contrapposta sempre ai cattivi di turno che nelle sue storie alla fine riesce in qualche modo a cambiare.

Uno dei titoli sicuramente più potenti quanto meravigliosi per le immagini che si vedono di tutta la filmografia dello studio d'animazione giapponese. Un dramma senza peli sulla lingua che non si risparmia nella narrazione, offrendo uno spettacolo per gli occhi e riflessioni per la mente. Sconsigliato ad un pubblico molto giovane, il titolo strizza un occhio ai ragazzi dell'età dei personaggi principali il cui chiaro messaggio ambientalista è rivolto. Un must per i fans e per gli amanti del bel cinema, di film fatti con una maestria senza eguali.






SOCIAL
ADV
EXTRA
Regole sulla licenza dei testi
Animation Italy
Dot Animation Magazine
Crediti - Contatti - RSS - Privacy
SOCIAL: Twitter - Flipboard - Facebook
Marchi, titoli e immagini appartengono ai rispettivi proprietari
Testi e altro © 2004 - 2018 Dot Animation Magazine
www.animeita.net | www.animationworld.net