Animation Italy
Enzo D'Alo per Pinocchio
18 Maggio 2010
Enzo D'Alò per Pinocchio
Arriva direttamente dalla francia la notizia di una nuova co-produzione tra Italia, Francia, Belgio e Lussenburgo su una storia inossidabile come Pinocchio affidata ad uno dei maestri dell'animazione italiana: Enzo D'Alò, autore e regista de La Gabbianella e il Gatto (1998) e Opopomoz (2003). Ecco le prime informazioni e un video pilota del lungometraggio.
Il titolo completo dell'opera è Un Burattino di Nome Pinocchio e il pilota che vi mostriamo è stato realizzato nel 2001 proprio da Enzo D'Alò e premiato al festival di Annecy per la capacità di riassumere in pochi minuti il classico di Carlo Collodi.

Adesso il regista è al lavoro sul suo adattamento in lungometraggio, utilizzando prevalentemente animazioni bidimensionali che hanno contraddistinto le sue precedenti opere.



La produzione specifica anche che le musiche saranno di Lucio Dalla e la direzione artistica sarà di Lorenzo Mattotti, che ha già lavorato sulla storia di Collodi illustrando un libro per bambini intitolato sempre Pinocchio che sarà usato proprio come base di partenza per il film. La copertina la vedete quì a lato (cliccate per ingrandirla).

Il film è coprodotto da Iris Productions (Lussemburgo), 2d3D Animations (Francia), Walking The Dog (Belgio), una casa di produzione italiana e diretto da Enzo D'Alò e scritto dallo stesso regista insieme a Umberto Marino. La durata sarà di 75 minuti e l'uscita prevista è per il 2011.

Per quanto riguarda la Francia il film è stato pre-acquistato da Canal+, TPS Star e Cinè Cinèma e sarà distribuito da Gebeka Films. Per l'Italia ancora non si hanno notizie.

Il pilota con audio italiano lo potete trovate in questa pagina.


[ Fra - fonte Catsuka ]
ALTRE NOTIZIE
CONDIVIDI
ADV
EXTRA
Regole sulla licenza dei testi
Animation Italy
Dot Animation Magazine
Crediti - Contatti - RSS - Privacy
SOCIAL: Twitter - Flipboard - Facebook
Marchi, titoli e immagini appartengono ai rispettivi proprietari
Testi e altro © 2004 - 2021 Dot Animation Magazine
www.animeita.net | www.animationworld.net